Risultati della campagna di crowdfunding #SOStieniTalos2015

Con qualche giorno di ritardo sulla tabella di marcia, ci ritroviamo a tirare le somme di questa magnifica esperienza che è stata il Talos Festival, resa possibile anche grazie al contributo di coloro che hanno preso parte all’iniziativa di crowdfunding #SOStieniTalos2015. Ma facciamo qualche passo indietro.

Luglio 2015. Inaspettatamente (ma neanche tanto), in una di quelle giornate dove la calura rendeva asettica qualsiasi notizia, apprendiamo che il Talos Festival è a rischio per mancanza di sostegni finanziari comunali. Il torpore svanisce e immediatamente scatta un incredulo tam tam. Finchè la notizia viene confermata ufficialmente dalla penna di Ugo Sbisà sulla Gazzetta del Mezzogiorno. Sbisà_La Gazzetta del Mezzogiorno_10lug2015

Numerosi i messaggi di solidarietà che si sono alternati sui social, di chi ha partecipato come artista, di chi ha partecipato come pubblico, di giornalisti, di chi il festival lo vive in prima persona nel dietro le quinte, di chi ogni anno attende l’evento settembrino. Molti offrono sostegno e aiuto per cercare di salvare l’edizione 2015.

Agosto 2015. Si mette in moto la macchina-salvataggio del Talos Festival che vede impegnate diverse persone e istituzioni a vario titolo, che con grande sforzo riescono a recuperare lo stretto necessario per garantire lo svolgimento della manifestazione musicale. Così il 1 agosto è il sindaco stesso a comunicare la attesa notizia in una nota pubblicata dal sito ruvesi.it

Ruvesi-01

L’emozione per la notizia non spegne gli animi, anzi: la voglia di contribuire e collaborare è tanta, per fare in modo che anche se “ridotta”, l’edizione 2015 risulti sfavillante ed emozionante come sempre. Avendo ricevuto molti messaggi di solidarietà e sostegno da parte di privati, artisti, giornalisti, gente comune che ha a cuore la musica ed è legata al Talos Festival, abbiamo pensato di dare la possibilità a tutti di poter dare un piccolo contributo per la causa. Abbiamo immaginato una iniziativa che potesse coinvolgere tutti quelli che come noi volevano far parte della banda: come tanti strumenti formano la melodia e hanno un ruolo fondamentale, anche ognuno di noi poteva rivestire un ruolo fondamentale.

Ed ecco che in tempi record mettiamo su l’iniziativa #SOStieniTalos2015, una raccolta fondi on line per dare possibilità a tutti di contribuire a diverso titolo e in modalità differenti a questa speciale edizione del festival. La raccolta fondi (il crowdfunding) viene ufficialmente lanciata dall’associazione La Capagrossa Coworking a fine agosto. Sulla piattaforma buonacausa.org si crea una pagina dedicata al Talos Festival dove chiunque ha possibilità di poter versare anche un piccolo contributo a sostegno della causa.

L’iniziativa, condivisa dapprima sui social, e poi da alcune testate giornalistiche inizia a farsi strada grazie al primo video appello del direttore artistico, a cui seguono altri video di amici del Talos!

Settembre 2015. Arrivano le prime importantissime donazioni eseguite da amici vicini e lontani del Talos Festival che accompagnano quasi sempre il loro contributo con un messaggio molto speciale, fatto di parole semplici ma importanti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Iniziano anche a giungere numerose e simpaticissime testimonianze fotografiche e video di sostegno da parte di amici, artisti, gruppi musicali e persone note alla sfera musicale jazzistica. Il messaggio #SOStieniTalos2015 viene rimbalzato da una città all’altra, in un vortice di affetto e solidarietà, che raggiunge anche luoghi lontanissimi (da noi e tra loro): Melbourne e New York!

collage

Ormai nel turbinio dell’iniziativa, e con difficoltà logistiche nel gestire tutto il materiale inviato, si prosegue inesorabilmente nella promozione dell’iniziativa anche off-line. Prima in trasferta a L’Aquila per una importante iniziativa musicale e poi con eventi locali, viene diffuso il messaggio tra la gente facendo conoscere direttamente la causa e rispondendo ad ogni curiosità. Anche in queste occasioni il coinvolgimento è inaspettato! Le donazioni raccolte vengono fatte confluire sulla piattaforma di buonacausa.org, dove lentamente crescono con grande soddisfazione di tutti!

collage collage

Ma non ci fermiamo qui! Con il sostegno del GiovanIdee Forum di Ruvo di Puglia, riusciamo a realizzare delle tshirt e shopping bag da poter vendere durante il festival, il cui ricavato sarebbe confluito nel crowdfunding!

12032610_924682820937959_1990595577_n 12106724_1678219832399995_8741747061786135816_n

Abbiamo coinvolto anche i volontari del Talos Festival, facendo raccontare dalla loro stessa voce cos’è per loro il festival, e perchè ne valeva la pensa sostenere la causa, e i loro video hanno avuto un buon successo!

Ottobre 2015. E finalmente il giorno 1 ottobre 2015 inizia ufficialmente il Talos Festival 2015. Non ci soffermeremo sulle emozioni, sulle luci, sui colori, sulla musica, sugli amici vecchi e nuovi che hanno animato questa edizione. Sono impressioni prettamente personali.

Piuttosto ci preme comunicare i risultati del crowdfunding, per dimostrarvi che l’iniziativa è riuscita benissimo e sopratutto ha avuto la sua utilità ai fini della realizzazione della manifestazione. Quindi passiamo ai numeri.

Il crowdfunding è stato chiuso il giorno 11 ottobre 2015 alle ore 00.00

Come risulta dalla piattaforma, il “raccolto” (tra donazioni on-line e donazioni a mano registrate sul sito) è pari a 1.743 euro, che al netto delle trattenute di Paypal è esattamente di 1.677,30 euro.

Buonacausa Buonacausa commissioni

Durante il festival sono state vendute magliette e shopping bag e con le ulteriori donazioni a mano raccolte grazie alla Pro Loco di Ruvo di Puglia (che ha preso in carica questa parte dell’iniziativa), siamo riusciti a raggiungere la cifra di

2000 euro!!!

Vero. Avevamo messo un tetto esagerato di 10mila euro che non abbiamo raggiunto. Ma al termine di tutto, possiamo dire che siamo soddisfattissimi del risultato, perchè in questi duemila ci siete voi tutti che avete contribuito non solo economicamente, ma anche con entusiasmo e partecipazione alla riuscita del Talos Festival. Questo significa che credete in quello che avete fatto. E a noi questo basta.

La cifra raccolta è in corso di trasferimento al Comune di Ruvo di Puglia in questi giorni (i lenti tempi burocratici), che provvederà a saldare alcune voci di spesa tra le numerose impegnate per il festival.

Alla fine di tutto non possiamo fare altro che ringraziarvi tutti ancora una volta: artisti, musicisti, gente comune… tutti coloro che hanno avuto un pensiero.

Vi ringraziamo come La Capagrossa Coworking e lo facciamo anche a nome di chi il festival lo ha gestito musicalmente e logisticamente, di chi l’ha fatto nel dietro le quinte e di chi l’ha fatto come volontario, e da tutti coloro che sono intervenuti come pubblico che hanno potuto godere della bellezza della musica.

Insomma, un grazie da parte di tutta la banda del Talos Festival ed un benvenuto a tutti voi che siete entrati a farne parte.

Arrivederci alla prossima edizione!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...